top of page

๐‘บ๐’•๐’๐’‘ ๐‘ฝ๐’Š๐’๐’๐’†๐’๐’„๐’†

|๐ŸŽ—|

๐Ÿ๐Ÿ“ ๐๐Ž๐•๐„๐Œ๐๐‘๐„ ๐Ÿ๐ŸŽ๐Ÿ๐Ÿ

๐‘ฎ๐‘ฐ๐‘ถ๐‘น๐‘ต๐‘จ๐‘ป๐‘จ ๐‘ฐ๐‘ต๐‘ป๐‘ฌ๐‘น๐‘ต๐‘จ๐’๐‘ฐ๐‘ถ๐‘ต๐‘จ๐‘ณ๐‘ฌ ๐‘ท๐‘ฌ๐‘น ๐‘ณ'๐‘ฌ๐‘ณ๐‘ฐ๐‘ด๐‘ฐ๐‘ต๐‘จ๐’๐‘ฐ๐‘ถ๐‘ต๐‘ฌ ๐‘ซ๐‘ฌ๐‘ณ๐‘ณ๐‘จ ๐‘ฝ๐‘ฐ๐‘ถ๐‘ณ๐‘ฌ๐‘ต๐’๐‘จ ๐‘ช๐‘ถ๐‘ต๐‘ป๐‘น๐‘ถ ๐‘ณ๐‘ฌ ๐‘ซ๐‘ถ๐‘ต๐‘ต๐‘ฌ

Parto con il dire che, forse, potrei sembrare un po' anticonvenzionale.

Perchรฉ? Perchรฉ in questa giornata si parla sempre, soprattutto, di ๐๐จ๐ง๐ง๐ž che subiscono violenza๐Ÿšบ.

I dati Istat sono chiari ed รจ evidente che le donne siano maggiormente colpite da diverse forme di violenza, da quella fisica a quella sessuale, da quella verbale a quella economica.

Spintonate, strattoni, schiaffi, calci, pugni, ustioni, soffocamenti, stupri, stalking, urli, strilli, insulti, Job-Income-Position gender gap.


Ma a prescindere da questo ๐ฅ๐š ๐ฏ๐ข๐จ๐ฅ๐ž๐ง๐ณ๐š ๐ง๐จ๐ง ๐ก๐š ๐ ๐ž๐ง๐ž๐ซ๐ž๐Ÿšป.

Una forma di violenza piรน "silente", solo perchรฉ se ne parla molto meno, รจ quella che vede nel ruolo della vittima lโ€™๐ฎ๐จ๐ฆ๐จ๐Ÿšน e in quella del carnefice la donna.

I dati Istat parlano di 3 milioni e 574 mila uomini che hanno subito molestie almeno una volta nella vita.



Siamo esseri umani, non carne da macello.

Siamo persone, con un mondo dentro, che non puรฒ e non deve essere distrutto da parole "fuori posto".

Siamo donne e uomini che devono imparare ad amare in un mondo dove domina quella che io chiamo "avarizia di emozioni"๐Ÿซ‚.


Siamo "esseri" e come tali dovremmo "essere" e non esistere.

Siamo "umani" e in quanto tali dovremmo sapere che nessuno puรฒ e deve avere il potere di distruggere un suo pari.

๐’๐ญ๐จ๐ฉ ๐š๐ฅ๐ฅ๐š ๐•๐ข๐จ๐ฅ๐ž๐ง๐ณ๐šโ›”.

A tutta la violenza. Non solo a quella sulle donne.

Io, in quanto donna, sento il peso di questo "essere". รˆ frustrante, sรฌ...perchรฉ sembra di essere sempre considerate un passo indietro.

Serve formare e ri-formare๐Ÿซ.

Serve educare all'equitร , al rispetto, alla convivenza.

รˆ necessario fare in modo che l'altro possa essere chi รจ, diventando l'opera d'arte che puรฒ e ha il diritto di essere senza cornici che gli impediscano di mutareโ™พ.


Io, ogni giorno, attraverso il mio lavoro e le mie esperienze, lancio sassi su un lago, affinchรฉ possano almeno provocare delle piccole onde.

๐ƒ๐ข๐œ๐จ ๐ฌ๐ญ๐จ๐ฉ ๐š๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฏ๐ข๐จ๐ฅ๐ž๐ง๐ณ๐š ๐ž ๐š๐œ๐œ๐จ๐ฅ๐ ๐จ ๐ฅ๐š "๐ฅ๐ž๐ ๐ ๐ž๐ซ๐ž๐ณ๐ณ๐š"๐Ÿฆ‹๐ŸŒน.

Comments


bottom of page